Gianluca Grignani nasce a Milano il 7 aprile 1972. All’età di diciassette anni si trasferisce in Brianza, dove comincia a dedicarsi alla musica. Le sue influenze arrivano da gruppi come Beatles e Police ma anche da cantautori italiani come Lucio Battisti. Intanto per sostenersi economicamente fa un po’ di tutto, lavorando come commesso, muratore, cameriere, animatore. La sera invece, armato della sua chitarra, si propone al pubblico di pub, pizzerie e bar.

Proprio quando Gianluca stava decidendo di abbandonare tutto per volare in Giamaica con un gruppo di amici, incontra anche grazie al padre il produttore musicale Massimo Luca, il quale da subito intuisce il talento del giovane Grignani.

Dopo aver fatto il giro delle case discografiche con le sue canzoni in tasca, la Polygram gli apre le porte e nel 1994 lo presenta al grnde pubblico della musica leggera italiana. Gianluca Grignani si presenta quindi alla vasta platea di Sanremo Giovani con il brano “La mia storia tra le dita” e ottiene un grande successo.

Nel 1995 partecipa al 45° Festival di Sanremo nella categoria Big, conquistando il sesto posto con “Destinazione paradiso”. Subito dopo esce il suo primo disco, che prende il titolo dal brano sanremese, e che vende oltre 700 mila copie vendute in Italia più due milioni all’estero, soprattutto in Sudamerica. Nel disco è presente anche “Falco a metà”, canzone che rimarrà sempre nel cuore dei fan. Il successo di immagine viene sancito anche da un Telegatto come Artista rivelazione dell’anno.

Nel 1996 esce il suo secondo disco dal titolo “Fabbrica di plastica”, un lavoro che si discosta molto dal precedente. Si tratta di un disco rock sperimentale, le canzoni hanno ritmiche serrate e gli arrangiamenti necessitano ascolti attenti per essere assimilati.

La vena creativa non si arresta e nel 1997 pubblica il disco “Campi di popcorn”, registrato a New York e prodotto interamente dallo stesso Grignani.

Torna a Sanremo nel 1999 con la canzone “Il giorno perfetto”, che diventa poi il titolo di un cd che ripercorre i suoi precedenti anni, intensi, attraverso remix, versioni acustiche, live e pezzi inediti.

Nel 2000 lavora a un album molto più leggero rispetto ai precedenti: “Sdraiato su una nuvola” mette in evidenza la vena poetica di Gianluca Grignani.

Nel 2002 partecipa per la terza volta al Festival della canzone italiana, presentando “Lacrime dalla luna”, preludio all’uscita del quinto album “Uguali e diversi”. All’esordio il disco entra direttamente al numero uno delle classifiche. “L’aiuola” diventa la colonna sonora dell’estate grazie ad un arrangiamento graffiante, piuttosto inusuale per l’artista.

Il 7 settembre 2003 Gianluca sposa Francesca: dalla coppia il 17 gennaio del 2005 nascerà Ginevra. A fine ottobre dello stesso anno pubblica una raccolta di greatest hits dal titolo “Succo di vita”, che contiene i suoi successi più famosi (rimasterizzati in digitale) più i due inediti “Mi stracci il cuore (perdere il controllo)” e “Succo di vita”; quest’ultima diventa anche il titolo di un successivo DVD con materiale inedito e una selezione dei migliori video.

A Saint Vincent riceve un premio Grolla d’Oro nel 2005 grazie alla canzone “Che ne sarà di noi”, composta in collaborazione con Andrea Guerra (figlio del poeta Tonino Guerra) presente nella colonna sonora dell’omonimo film (di Giovanni Veronesi, con Silvio Muccino e Violante Placido).

Nel mese di giugno del 2005 esce il suo ottavo album, “Il re del niente”, che gli fa ottenere un Premio Mia Martini ed un Premio Lunezia.

Il 2006 lo vede ancora una volta portare la musica rock sul palco di Sanremo con “Liberi di sognare”; purtroppo la canzone viene eliminata al primo turno. Nel mese di luglio del 2007 rimane coinvolto in “Operazione paradiso”, un’indagine della polizia di Crema (ogni riferimento al primo brano di successo dell’artista è puramente casuale) su un traffico di cocaina.

Nel 2008 calca il palco sanremese del teatro Ariston per la quinta volta: il brano si intitola “Cammina nel sole”, e dà il titolo al suo nuovo disco che uscirà nel successivo mese di marzo.

FONTE : biografieonline.it

CONDIVIDI
Articolo precedenteGemelli DiVersi
Articolo successivoGianna Nannini

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO