Wess e Dori Ghezzi sono stati un duo, attivo dal 1972 al 1979, composto dal cantante statunitense Wess (Winston, Carolina del Nord 13 agosto 1945 – Winston, 21 settembre 2009), e dalla cantante italiana Dori Ghezzi (Lentate sul Seveso, 30 marzo 1946).
Storia del duo
Dopo i discreti successi degli anni precedenti Wess, ex componente degli Airdales di Rocky Roberts, era in un periodo di stanca. Anche Dori Ghezzi, dopo il grande successo con Casatschock del 1969, nonostante l’uscita di alcuni buoni singoli, non era più riuscita ad affermarsi. Nel 1972 a Wess venne l’idea di incidere un brano a due voci, Voglio stare con te, cover in italiano (testo di Luigi Albertelli) del brano United We Stand dei Brotherhood of Man, e scelse come partner Dori Ghezzi, facente parte della stessa casa discografica, la Durium. Il brano, inciso su 45 giri (sul retro vi è una canzone da solista di Wess), ottenne un grande successo. Wess aveva una voce morbida e intonata con qualche venatura di blues che contrastava con quella cristallina di Dori Ghezzi. I discografici decisero quindi di puntare sul duo che diverrà in seguito una delle coppie artistiche più celebri e di maggior successo della musica leggera degli anni ’70.
Nel 1973, con il brano Tu nella mia vita di Federico Monti Arduini su testo di Lubiak (F. Picarreda), Wess e Dori parteciparono al Festival di Sanremo, ottenendo il primo posto nella classifica delle vendite.
L’anno successivo vinsero Canzonissima con il brano Un corpo e un’anima, scritto da Umberto Tozzi, Damiano Dattoli, Luigi Albertelli e Lubiak (divenuta nuovamente popolare trent’anni dopo grazie al suo utilizzo per una campagna pubblicitaria di Sky).
Nel 1974 il duo pubblicò un 33 giri dal titolo Un corpo e un’anima, che tra le altre conteneva Dolce immenso amore di Montanari, Paesaggi composta dai Fratelli La Bionda, Sempre tu a firma di Italo Janne e Cristiano Malgioglio e Tra i ricordi una notte in più di Riga.
Nel 1975 Wess e Dori Ghezzi rappresentarono l’Italia alla XX. edizione del Gran Premio Eurovisione della Canzone (Eurofestival) – svoltosi il 22 marzo a Stoccolma – classificandosi terzi con la famosissima Era composta da Shel Shapiro (testo di Andrea Lo Vecchio e Lubiak).
Sempre nello stesso anno parteciparono alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia con il romantico brano È l’amore che muore con testo di Piccarreda.
Nel 1976 arrivò il secondo posto a Sanremo, con il brano Come stai? Con chi sei? di Minellono/Balsamo, e poi tornarono alla Mostra Internazionale di Musica Leggera con l’eccezionale brano Amore bellissimo di Beretta/Cavallaro che sarà l’ultimo loro grande successo, riproposto anche l’anno successivo a Sanremo come ospiti.
Pubblicarono poi ancora nel 1977 il 45 giri Canzone a Leopardi e, nel 1979, l’album In due, con brani scritti da Claudio Daiano, Pino Presti, Cristiano Malgioglio, Pinuccio Pirazzoli. In due rimane la loro ultima testimonianza discografica, ad eccezione di alcuni LP prodotti in seguito dalla Durium quando la coppia canora si era già sciolta, anche perché Dori Ghezzi, divenuta nel frattempo la compagna di Fabrizio De André, si era trasferita con questi in Sardegna.
Wess e Dori Ghezzi continueranno comunque successivamente la loro carriera da solisti, senza però raggiungere le quote di successo e di vendita che avevano registrato come duo.
Wess è scomparso improvvisamente il 21 settembre 2009, all’età di 64 anni, a seguito di una crisi asmatica all’ospedale di Winston. In un’intervista rilasciata subito dopo la notizia della morte, Dori Ghezzi dice: “Ricordo il periodo insieme come uno dei più belli e divertenti del mio lavoro. Era una persona squisita, un artista e un bassista forse neppure conscio delle sue grandi possibilità. Se posso definirmi una professionista lo devo a lui; da lui ho imparato il mestiere, lui era l’artista io la corista”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteVasco Rossi
Articolo successivoZucchero

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO